Come certificare

Guida e istruzioni generali sulle certificazioni IRCC


Per sottoporre una richiesta di certificazione delle proprie fotografie a IRCC ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA, è essenziale leggere attentamente le linee guida e le istruzioni dettagliate di seguito.

·         Disposizioni generali

Le certificazioni rilasciate da IRCC ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA sono il risultato di una complessa e completa analisi comparativa tra la fotografia JPG da certificare e il file originale, RAW o DNG nativo, che la supporta.

Il processo di certificazione viene effettuato in più fasi, attraverso controlli automatici e visivi, che sono riassunti di seguito:

1. Validazione della coincidenza tra il file JPG sviluppato e il RAW originale.

2. Creazione di uno specchio perfetto del JPG sviluppato, dal RAW originale.

3. Analisi e validazione dei metadati del file JPG.

4. Diagnosi dell'elaborazione globale dell'immagine JPG, mediante quantificazione delle differenze percentuali dei valori accumulati, da 0 a 255 per pixel, per i canali Grigio e RGB.

5. Diagnosi dell'elaborazione zonale dell'immagine JPG, divisa in 9 partizioni o aree, quantificando le differenze percentuali dei valori accumulati, da 0 a 255 per pixel sui canali Grigio e RGB, per ciascuna delle 9 aree.

6. Analisi visiva delle differenze tra i file JPG sviluppati e il RAW originale, attraverso due viste specifiche a tale scopo, denominate "HSV e Overlay", per il rilevamento di manipolazioni o alterazioni rispetto alla fotografia originale.

7. Convalida della certificazione concessa da un numero minimo di "Controllori".

· Obiettività nella delimitazione dei valori di elaborazione che consentono la certificazione.

I valori massimi di elaborazione stabiliti come limite e che danno origine alla concessione di certificazioni IRCC sono stati determinati dopo una diagnosi comparativa di un campione di oltre 3200 fotografie ammesse in diversi concorsi fotografici internazionali, rispetto ai loro file RAW originali.

Pertanto, è stato ottenuto un riferimento oggettivo delle variazioni percentuali medie e massime di detto campione, adottando in tal modo i valori di elaborazione attualmente ammessi, attraverso i dati matematici comparativi originari del campione sopra citato.

I valori medi risultanti dal confronto tra i file JPG e RAW del campione completo analizzato sono stati:

Canali: grigio: 19,26% / rosso: 20,07% / verde: 18,14% / blu: 18,62%

I valori medi delle 250 fotografie del campione, con i risultati di variazione percentuale più alti trovati sono stati:

Canali: grigio: 26,37% / rosso: 28,76% / verde: 25,91% / blu: 27,62%

Sulla base dello studio preliminare dettagliato, IRCC ha stabilito i limiti di variazione percentuale massima applicabili nel confronto tra il file JPG modificato e il RAW originale, che determinano l'accettazione del file JPG come certificabile. Il valore percentuale concluso come limite massimo della differenza tra il JPG sviluppato e il suo RAW originale è del 30% su uno dei canali grigio, rosso, blu o verde.

Questo limite corrisponde quindi ai valori di elaborazione attualmente "in uso" e implicitamente accettati dai concorsi fotografici internazionali, avendo quindi trasformato "regole o parametri" soggettivi raccolti sulla base di tali concorsi in una valutazione misurabile e obiettiva di quanto sostenuto nelle certificazioni IRCC.

Le certificazioni IRCC vengono quindi concesse alle immagini JPG con percentuali di variazione tra file JPG e RAW / DNG, inferiori al 30% sia a livello globale, sia per area (divisione di 9 aree).
Inoltre, le certificazioni IRCC sono registrate con informazioni aggiuntive sul livello di variazione riscontrato tra JPG modificato e RAW / DNG originale. Pertanto, vengono fornite le seguenti informazioni interne per le immagini certificate:
- A:% del limite di variazione inferiore al 14%
- B:% del limite di variazione inferiore al 22%
- C:% del limite di variazione inferiore a 30 %

Tuttavia, alcuni concorsi potrebbero richiedere nei loro regolamenti una modifica più restrittiva, stabilendo negli stessi un livello della percentuale massima di sviluppo inferiore, prima del quale e in base al livello e al trattamento dei dati raccolti nelle certificazioni IRCC, ciascun fotografo deve gestire la propria partecipazione con fotografie che soddisfino i livelli massimi stabiliti in tali concorsi.

· Informazioni sullo sviluppo delle foto

Il fotografo deve tenere presente che qualsiasi azione di modifica sulla fotografia originale, come l'applicazione di contrasto, saturazione, correzione del colore, modifica della luminosità, messa a fuoco, riduzione del rumore, a livello globale o zonale, comporta variazioni nei valori dei pixel di ciascun canale (grigio e RGB), che saranno soggetti a ulteriore valutazione per determinare il grado di elaborazione sull'immagine originale.

Può verificarsi la circostanza abituale in cui accade di trovare già impostati nel software di editing determinati valori predefiniti (messa a fuoco, riduzione del rumore, ecc.) che, anche senza ulteriori azioni di sviluppo, possono determinare di per sé valori di variazione percentuale minima tra il file originale e il JPG salvato della fotografia in questione.

Anche l'azione ripetuta di apertura e salvataggio di un file JPG, senza la necessità di incorporare valori di elaborazione aggiuntivi (contrasto, saturazione, ecc.) può produrre variazioni percentuali minime derivate dalle azioni consecutive di apertura e salvataggio, originate dalla nuova ricompressione dei file.

IRCC non fornisce direttive sulla metodologia di sviluppo, né valuta in alcun modo i singoli flussi di lavoro nell'elaborazione delle immagini. Tuttavia, una guida con modelli di equivalenza tra "variazioni proporzionali e progressive sui valori dei parametri di sviluppo come contrasto-saturazione-luce-fuoco-ecc." e la sua corrispondenza con le "variazioni percentuali risultanti nei canali Grigio e RGB" viene messa a disposizione degli utenti/fotografi tra RAW originale e file JPG modificati, che determineranno la possibile concessione della certificazione per una fotografia.

In ogni caso, l'utente/fotografo, dopo la sua richiesta di certificazione di una fotografia in IRCC, potrà verificare quali sono i dati delle variazioni rilevate per canali, ottenendo in tal modo il margine di cui può disporre per incrementare le sue azioni di elaborazione dopo la concessione della certificazione o ridurre le azioni di elaborazione aggressive che potrebbero aver determinato un rifiuto della sua richiesta di certificazione. L'esperienza dell'utente/fotografo attraverso le sue richieste di certificazione sarà quindi il miglior strumento di conoscenza riguardo i limiti di elaborazione applicabili nelle fotografie che realizza.

· Prerequisiti per la domanda di certificazione

Per ottenere i certificati IRCC, è necessario registrarsi sul sito Web dell'IRCC. La registrazione in IRCC è gratuita. Una volta registrati, viene automaticamente assegnato un numero limitato di crediti che il fotografo può utilizzare per certificare le sue fotografie e può facoltativamente richiedere un abbonamento annuale tramite il quale verranno concessi crediti aggiuntivi per l'elaborazione di nuove richieste di certificazione. I crediti associati all'iscrizione saranno soggetti alle condizioni in vigore al momento della registrazione, potendo beneficiare di estensioni di crediti per l'appartenenza ad alcune Associazioni fotografiche che hanno sottoscritto accordi con IRCC.

La domanda di certificazione comporta il consumo di crediti stabiliti nelle condizioni in vigore alla data della domanda, tranne nei casi di una seconda domanda sulla stessa fotografia inizialmente respinta. Pertanto, è possibile apportare una correzione dei valori di elaborazione sulla stessa fotografia, il che consente al fotografo di certificare la propria immagine senza ulteriore consumo dei crediti.

Per ogni richiesta di certificazione di fotografie è richiesta l'accettazione del "Manifesto etico" abilitato nel modulo di domanda, come espressa dichiarazione del fotografo in merito al rispetto delle disposizioni in esso contenute.

· Modalità di certificazione

IRCC rilascia due tipi di certificazioni come l'accreditamento e la garanzia di autenticità della fotografia che intende legittimare:

- Certificazione RAW: rilasciata per applicazioni basate sul contributo di file "RAW" o "DNG nativi o originali", come supporto per la foto JPG modificata che si intende certificare.

Questa certificazione sarà adatta a tutti i concorsi fotografici i cui regolamenti richiedono la disponibilità di file RAW.

- Certificazione JPG: rilasciata per applicazioni basate sul contributo del file "JPG originale da fotocamera", come supporto per la fotografia JPG modificata che si intende certificare.

L'ottenimento di certificazioni sulla base di un file JPG originale della fotocamera, attesta che l'immagine JPG modificata corrisponde al file della fotocamera originale sopra menzionato, entro i limiti di sviluppo stabiliti, anche se non sarà ammessa nella maggior parte dei concorsi di fotografia, in base ai loro regolamenti, quando non esiste un file RAW o DNG nativo da fotocamera come supporto.

· Informazioni sul processo di candidatura e sulle specifiche delle foto

La domanda di certificazione di una fotografia deve essere presentata mediante modulo abilitato a tal fine, corredato della copia dei file “JPG modificato” (JPG utente) e “RAW originale” di supporto o “DNG nativo/originale”.

Nel modulo di domanda, è possibile scegliere di richiedere l'inclusione della propria immagine nelle gallerie pubbliche di fotografie certificate abilitate sul sito web IRCC .

Il file JPG sviluppato deve essere conforme alle seguenti specifiche:

- Non è possibile certificare fotografie prive di metadati (dati Exif).

- Rispettare la dimensione richiesta sul lato maggiore dell'immagine specificata nel modulo di caricamento (1920px), con profilo colore RGB o SRGB.

- La fotografia non deve contenere cornici, firme o filigrane.

- In termini di limiti di rifilatura o rifacimento, la versione di alta qualità del JPG sviluppato deve essere di almeno 8 MP senza interpolazione.

Altre considerazioni sulle modalità delle fotografie idonee per la certificazione:

- Sono accettate domande di certificazione per fotografie. composto da MOSTIPLE MOSTRE DI CAMERA, a condizione che generino un unico RAW e siano stati accolti la stessa data, controllando le etichette di Metadati immagine Per alcuni modelli di fotocamera, verranno richiesti i singoli file RAW che compongono il RAW finale. Per tutti, saranno verificate le etichette "Data", "Nome o numero file" e "Numero attivazione", tra le altre cose. La sequenzialità verrà accreditata verificando la stessa data per tutti i RAW verificati e la verifica della correlazione dei numeri di attivazione. L'immagine certificata includerà il file informazioni corrispondenti alla modalità di esposizione multipla utilizzata.

- Le richieste di foto panoramiche sono accettate, selezionando l'opzione di certificazione "fotografia panoramica" nel modulo di domanda. Come supporto per i file originali, devono essere inviati tutti i file RAW originali che compongono l'immagine panoramica risultante. Non sono accettate domande per foto panoramiche basate sulla fauna selvatica o sulla vita animale.

- Le richieste di foto risultanti dal focus stacking sono accettate, dovendo selezionare l'opzione di certificazione "focus stacking" nel modulo di domanda. Come supporto per i file originali, devono essere inviati solo 3 dei file RAW originali che compongono l'immagine risultante (prima della serie, centrale della serie e ultima della serie).

- Le domande di certificazione sono accettate per le immagini convertite in scala di grigi (bianco e nero). Le richieste di fotografie con conversioni selettive in scala di grigio di parti di esse verranno rifiutate nei processi di verifica automatica delle variazioni tra file rivelati e file originali.

· Possibili motivi per il rifiuto di una richiesta di certificazione

I possibili motivi per cui la richiesta di certificazione può essere respinta sono descritti di seguito.

- Errore nel caricamento della copia dei file della richiesta di certificazione, poiché non corrisponde alla stessa fotografia.

- Per richieste di certificazione con supporto "fotocamera JPG originale", se il file di supporto JPG non corrisponde a un file originale (metadati con indicazione dell'edizione del software esterno).

- Distorsione dell'immagine sviluppata o trasformazione prospettica non supportata.

- Valori di elaborazione globali eccessivi (che superano la percentuale massima di variazione consentita per uno qualsiasi dei canali Grigio/RGB).

- Eccessivi valori di elaborazione zonale (che superano la percentuale massima consentita di variazione per uno qualsiasi dei canali Grigio/RGB, in uno dei 9 quadranti dell'immagine).

- Rilevazione di alterazione o modifica di pixel in aree specifiche dell'immagine (eliminazioni, cloni o manipolazioni rilevate nel controllo visivo)

· Conseguenze dell'ottenimento della certificazione

L'ottenimento della certificazione IRCC ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA consentirà di garantire l'autenticità della propria fotografia e si concretizza calcolando e registrando un codice hash SHA256 associato al file certificato. Il codice hash è un codice sicuro di 64 caratteri derivante dalla funzione algoritmica e collegato in modo univoco alla propria fotografia JPG sviluppata.

Si prega di tenere presente le seguenti considerazioni relative alla certificazione della propria immagine:

- Si consiglia di conservare una copia del file JPG certificato su cui è stata ottenuta la certificazione IRCC ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA.

- Qualsiasi modifica apportata al file JPG certificato comporterà la modifica del suo codice hash, la perdita dello stato di "file certificato" e la possibilità di essere utilizzato per qualsiasi scopo correlato alla certificazione ottenuta.

- La semplice apertura e il successivo salvataggio del file JPG certificato con qualsiasi programma di modifica, comporta l'alterazione del codice hash (l'azione di apertura e salvataggio implica un cambio di data nei metadati del file).

- La modifica del nome del file JPG certificato (azione per rinominare il file in Windows o MAC), non comporta l'alterazione del codice hash del file.

- IRCC manterrà una copia del file JPG certificato sui suoi server per un periodo di 4 anni, che si potrà scaricare in qualsiasi momento dal proprio account utente registrato.

- Il file JPG certificato può essere utilizzato in concorsi associati a IRCC, a cui l’utente parteciperà come "fotografo certificato".

- La partecipazione a concorsi associati a IRCC ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA come "fotografo certificato" e la presentazione dei propri file JPG certificati, implica che l'organizzazione del concorso non richiederà in alcun momento il file RAW di supporto di una qualsiasi delle sue foto.

- Oltre alla copia del file JPG certificato, l'utente /fotografo può scaricare i seguenti file associati alla sua fotografia certificata:

o File “JPGhash”: è un file complementare alla propria fotografia JPG certificata, senza cornice e inclusa la filigrana IRCC. Questo file ha un hash (SHA256) associato all'hash del file JPG certificato.

o File "JPGQR": è un file complementare alla fotografia JPG certificata, inclusi frame e codice QR. Questo file ha un hash (SHA256) associato all'hash del file JPG certificato.

- I file "JPGhash" e "JPGQR", possono essere utilizzati per la pubblicazione su qualsiasi media, social network o portfolio particolare, consentendo di verificarne la certificazione e l'autenticità presso terzi. Questi file non devono essere utilizzati per la partecipazione a concorsi, in cui dovrà essere inviato solo il file JPG certificato.

· Verifica di fotografie certificate

La possibilità di verificare la certificazione della propria immagine da parte di terzi consentirà di fornire credibilità e garanzia di autenticità alla propria fotografia.

La verifica e la conferma di un'immagine certificata da IRCC possono essere fatte attraverso le seguenti opzioni:

- Verifica dall'hash SHA256 dell'immagine sul sito web IRCC

- Verifica dal file di un'immagine, tramite caricamento gratuito sul sito web IRCC

- Verifica dal codice QR visibile nei file “JPGQR” (la lettura del codice QR può essere effettuata tramite una videocamera di qualsiasi dispositivo mobile o da Google Lens senza la necessità di installare alcuna applicazione).